Il Business Model nell’industria del software – parte prima

160523 FrasiMissionVision

Lo scopo dell’articolo è di illustrare i contenuti di un “Business Model”, esso rappresenta il punto di partenza per la definizione della strategia di una nuova impresa oppure di una nuova iniziativa da collocare nell’ambito di specifiche “industry practices”, costituisce la baseline di riferimento per la preparazione del business plan aziendale, del materiale marketing, organizzativo e di processo. Lo sviluppo di nuova impresa o di una nuova iniziativa richiede l’esecuzione di un modello in grado di raccogliere e sistematizzare gli elementi di riferimento per la definizione e l’elaborazione di un business plan. Il “Business Model” è il documento mediante il quale la società condivide, allinea e si identifica negli obiettivi da raggiungere. Allineamento significa che tutti i soggetti interessati hanno una comune interpretazione della Mission, della Vision e del Modello di Business, l’identificazione significa che tutti hanno acquisito come proprio il modello.

Introduzione al Business Model

Prima di iniziare una nuova avventura imprenditoriale sia essa all’interno di una società esistente sia una start up, oppure quando si vuole ridefinire la strategia complessiva dell’impresa è necessario fare in modo che i Soci ed i Manager abbiano una visione comune su come affrontare il futuro.

Per questo motivo è importante porsi alcune domande fondamentali dalle quali iniziare la riflessione:

  • In quale settore si intende operare?
  • Quale è la conoscenza del settore?
  • Quali bisogni si intende soddisfare?
  • Chi sono i consumatori?
  • Chi sono i concorrenti?
  • Cosa è offerto di speciale?
  • Quali tecnologie si intende adottare?
  • Quali strategie e politiche si intende adottare ?
  • Quale organizzazione si intende adottare ?

 

Questa serie di domande, normalmente, pone in difficoltà il gruppo dirigente dell’azienda, in particolare i soci perché diventa molto importante definire, per ciascuno dei nove aspetti su citati, le intenzioni di ciascuno, fare approfondite riflessioni e condividerle al fine di definire appropriate linee guida che serviranno allo sviluppo dell’iniziativa.

 

 I presupposti al Business Model

Le considerazioni precedentemente indicate portano a stabilire la “mission” dell’impresa in termini di “mobilitazione” di entusiasmo  e di indirizzo strategico della squadra di governo dell’iniziativa, ciò avviene attraverso una serie di riflessioni che portano a chiarire lo scopo della strategia che ci si accinge ad implementare.

  • E’ importante, quindi, rispondere a domande, in termini di strategia imprenditoriale, quali:
    • Chi siamo?160523 IBDM Mission
    • Qual è la nostra ragione di essere?
    • Qual è il significato del nostro sistema impresa?
  • La “mission” deve:
    • Essere una fotografia delle specificità proprie
      dell’impresa;
    • Esprimere distinzione per potersi riconoscere nella propria missione;
    • Trasmettere unicità, per farsi riconoscere all’esterno;
    • Essere poli-dimensionale, andando oltre il prodotto-mercato.

 

Non servono mission ben scritte, ma mission articolate e “sofferte” sul piano del coinvolgimento della “squadra” e del processo svolto per definirla.

 

La “vision” è definibile quale idea concreta di come sarà l’azienda che si intende creare in un definito arco temporale. La visione si proietta sempre al futuro, a tutto ciò che in termini di scenario, sia interno sia esterno, deve ancora manifestarsi e, partendo dalla situazione attuale, definisce obiettivi, traguardi e cambiamenti nel sistema operativo in modo concreto ed oggettivo, quindi quali sono gli indicatori fondamentali (pochi) sui quali misurare il raggiungimento degli obiettivi strategici.

Esempi:

  • fatturato160523 IBDM MissionVision
  • Valore (Economic value added)
  • Parametri di bilancio
  • Parametri finanziari
  • Parametri di redditività
  • Quote di mercato
  • Livello di internazionalizzazione
  • Tasso di innovazione
  • …..

 

Solo dopo aver chiarito lo scopo per cui l’impresa esiste e deve lottare per stare sul mercato e gli obiettivi che si pone, in termini di visione, da raggiungere nei prossimi anni si può iniziare a definire il Modello di Business.

 

Nel prossimo articolo esamineremo come si relazionano gli elementi che compongono il Business Model descrivendo le componenti del Front-Office, del Back-office e l’area economica.


Ezio Vicario

Ezio Vicario

Ezio ha oltre 30 anni di esperienza lavorativa nell’ambito del management consulting con imprese italiane ed estere. Nella sua carriera ha attraversato vari ambiti nella consulenza e nei settori di mercato; partendo dall’ICT, proseguendo nel Change, Project  e Performance Management é giunto, negli ultimi anni, ad occuparsi di sviluppo strategico nell’ambito di progetti di Investment Banking e Mergers and Acquisitions

Contatto: ezio@iBDManagement.com

scarica pdf